Test di estraneità logica: esempi pratici

All’interno dei test di logica usati per le selezioni e i concorsi molto spesso si trovano anche diversi test che, generalmente, vanno sotto il nome di estraneità logica.

In poche parole, con test di estraneità logica si fa riferimento a quei quesiti che propongono un elenco di termini uno dei quali va sempre  scartato perché, appunto, “estraneo” alla serie.

Spesso, erroneamente, si tende a pensare che i test di estraneità logica abbiano a che fare con la cultura generale e non con i test di logica “veri e propri”. Questo è vero solo in parte…


In alcuni casi è evidente che esiste un “contesto” di riferimento e che, per rispondere correttamente, occorre averlo presente. Qualche esempio e variazione su alcuni classici test di estraneità logica può aiutare a inquadrare meglio la questione…

Individua la città fuori-serie:

  • Londra
  • Madrid
  • New York
  • Pechino
  • Roma

Scarteremo New York perché, unica tra le città in elenco, non è una capitale. I criteri alla base dell’esclusione, comunque, possono essere di vario tipo e avere una componente logica più o meno marcata rispetto ai riferimenti strettamente culturali.

Osserviamo l’esempio che segue:

  • Mansarda
  • Capanna
  • Igloo
  • Palafitta
  • Hangar

L’insieme (o “classe logica”) individuato dai termini della serie è quello degli edifici a scopo abitativo (in diverse epoche e culture). Escluderemo pertanto “hangar”.

Anche in questo caso, ovviamente, c’è qualcosa che dobbiamo sapere, ma sono chiamate in causa conoscenze mediamente accessibili, quindi quello che si chiede è il riconoscimento del nesso logico e una corretta categorizzazione.

Analogamente (restando sul classico) nel caso seguente:

  • Balena
  • Cane
  • Gatto
  • Squalo
  • Cavallo

Questa volta la classe logica è quella dei mammiferi e lo “squalo” non appartiene a tale classe logica.

In altri casi la cultura generale può avere un ruolo marginale o essere persino assente, come nel seguente:

  • Molo
  • Cono
  • Faro
  • Toro
  • Dolo

Non c’è alcuna relazione tra i termini proposti sul piano del significato, quindi ci concentreremo sulle caratteristiche formali: tutte le parole hanno la vocale “o” sia in seconda che in quarta posizione, tranne “Faro”.

Anche in questo ambito dei test di logica è possibile fare un po’ di ordine tra i molteplici criteri in gioco e non ci faremo mancare l’occasione di tornare sull’argomento.

Scopri anche TU, grazie al mini corso gratuito "Pillole di Logica", che cosa è veramente la Logica e come puoi migliorare nei test!

Inserisci la tua email qui in basso, poi clicca sul pulsante e tra meno di 10 secondi lo riceverai nella tua email.

Complimenti, hai effettuato correttamente la registrazione! Ti ho spedito un'email all'indirizzo che hai inserito. Se non la trovi, guarda anche nello spam.